Francesco Tomei, il nuovo tecnico del Monopoli: Impegno, Identità e Passione

Francesco Tomei

Francesco Tomei, il nuovo tecnico del Monopoli, ha espresso la sua gratitudine alla proprietà del club per avergli dato l’opportunità di guidare la squadra. Le sue parole riflettono un profondo apprezzamento per la fiducia riposta in lui dalla dirigenza e la volontà di rispondere alle aspettative con dedizione e impegno.

“Tengo a ringraziare il presidente, il direttore, che hanno visto qualcosa in me che considerano importante e che tocca corde importanti per loro”, ha dichiarato Tomei. Il tecnico ha sottolineato la sua intenzione di adattarsi alla filosofia del presidente, portando con sé una cultura del lavoro, professionalità e una vasta esperienza che ha accumulato nel corso della sua carriera, partendo dal calcio giovanile fino ad arrivare alla massima serie.

Tuttavia, Tomei ha evitato di fare promesse eccessive, consapevole delle incertezze del calcio. “Non mi piace fare proclami o promettere cose che nel calcio non si possono garantire”, ha affermato il tecnico. “Ciò che possiamo promettere è un impegno quotidiano, un senso di appartenenza per la società, la città e i tifosi. Sarà una squadra che, attraverso la cultura del lavoro, avrà il coraggio e la forza di confrontarsi con tutti.”

Riguardo ai sistemi di gioco, Tomei ha espresso una visione aperta e flessibile. Secondo il tecnico, il calcio si è evoluto nel corso degli anni e i sistemi di gioco devono essere adattati alle caratteristiche dei giocatori. Il punto focale sarà l’identità della squadra, che dovrà assumere un atteggiamento propositivo e cercare di raggiungere il massimo attraverso le proprie prestazioni. “Saremo una squadra che farà la partita e cercherà di ottenere i risultati che tutti ci aspettiamo”, ha affermato il neo allenatore.

Il tecnico ha anche riconosciuto la presenza di avversari importanti come Pescara, Crotone, Avellino e Benevento nella prossima stagione. Tuttavia, Tomei ha assicurato che la squadra affronterà questi test con determinazione e orgoglio.

La scelta di Monopoli come sua destinazione è stata motivata da diversi fattori. Tomei ha elogiato la società per aver consolidato la propria posizione nella categoria e per aver dimostrato un grande spirito di squadra nel raggiungimento dei risultati. Pur non conoscendo il vecchio presidente, il tecnico ha riconosciuto i successi ottenuti sotto la sua guida.

E’ una società che si è consolidata nella categoria, ho sempre visto un bellissimo spirito di gruppo che ha raggiunto quello che ha raggiunto. Non conosco il vecchio presidente ma i risultati parlano per lui. Conoscevo il direttore, il nuovo presidente: mi hanno dato molta empatia. Tengo molto all’aspetto umano e mi hanno trasmesso positività. Sono una persona positiva, non cerco alibi, so che il mio e nostro lavoro è quotidianamente e settimanalmente giudicato. Bisogna essere strutturati mentalmente, propositivi e positivi. Ho riscontrato queste qualità in loro.”

Inoltre, l’allenatore ha evidenziato l’empatia e la positività trasmesse dal direttore e dal nuovo presidente, aspetti che hanno influito sulla sua decisione di accettare l’incarico.

Infine, la bellezza della città e la vicinanza al mare hanno reso la scelta ancora più gratificante per il tecnico.

La città di Monopoli è meravigliosa. Sono un uomo di mare, il mare è importante. 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati