Il Monopoli inciampa a Crotone: si profila il fantasma dei playout

Crotone - Monopoli 3-1
Foto Andrea Rosito x ufficio stampa

In una serata tesa e carica di aspettative, il Monopoli ha subito una sconfitta amara per 3-1 contro il Crotone allo Scida, nel penultimo turno del Girone C di Serie C. Nonostante un inizio promettente, i biancoverdi si sono visti sfuggire una preziosa opportunità di avvicinarsi alla salvezza diretta, ritrovandosi ora a dover affrontare quasi certamente i playout a solo una partita dalla conclusione del campionato.

Il match aveva iniziato con il Crotone che spingeva forte, creando subito pericoli con un colpo di testa di Gomez che si è schiantato sul palo. Nonostante la pressione dei padroni di casa, il Monopoli ha trovato il vantaggio grazie a un lampo di genio di De Risio, che ha capitalizzato un eccellente assist di Borello con una magistrale sforbiciata, mettendo momentaneamente in sicurezza il risultato.

Durante il primo tempo, la squadra di Taurino ha mostrato solidità, gestendo il vantaggio con attenzione e venendo vicina al raddoppio con un tiro potente di Borello che ha impattato contro il palo. Tuttavia, il ritmo impostato non è bastato a contenere la risposta aggressiva del Crotone nella ripresa.

Al rientro dagli spogliatoi, il Crotone ha aumentato la pressione e, in soli tre minuti, ha ribaltato il risultato con una doppietta di Tumminello e un ulteriore gol di Gomez. Questi rapidi sviluppi hanno scompaginato i piani del Monopoli, che non è riuscito a reagire efficacemente al nuovo scenario, perdendo così prezioso terreno nella lotta per la salvezza.

La sconfitta lascia il Monopoli in una posizione delicata, dove la squadra deve ora raccogliere forza e concentrazione per affrontare l’ultima giornata con la consapevolezza che ogni passo falso potrebbe condurre direttamente ai playout. È un momento di riflessione critica per i biancoverdi, che dovranno analizzare gli errori commessi e prepararsi a una battaglia finale per evitare una fine di stagione ancor più amara.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati