Pineta Via Grandi, Papio (Manisporche): “Pineta devastata e lavori interrotti. Finiti i soldi?” 

Angelo Papio

Riceviamo e pubblichiamo nota del consigliere comunale Angelo Papio (Manisporche).

Mentre l’Europa chiede “cupole verdi” nel cuore delle città, ossia l’intenso inserimento di alberi e ombra, il clima registra temperature record e la gente muore per il caldo, a Monopoli non si contano gli alberi che l’amministrazione Annese ha tagliato negli ultimi anni, con meticolosa costanza, per far posto ad asfalto e cemento.

Ne è un esempio emblematico la Pineta di via Grandi, area destinata a dotazione di verde per il quartiere nato intorno e che invece il Comune ha affidato all’Impresa Solemare, la quale sta realizzando altre residenze in una vicina zona destinata a servizi, affinché vi creasse, abbattendo 1/5 dei pini presenti per far posto a una costruzione dalla dubbia funzionalità, piazze e asfalto, tutto rigorosamente impermeabile, mortificando completamente l’interesse pubblico e i diritti dei cittadini ivi residenti.

Peraltro, sono diverse settimane nell’area sono stati sospesi i lavori, negando ai cittadini l’attraversamento e l’ombra dei pini superstiti. 

Che siano finiti i soldi? Chissà. Certo è che tra costi di progetto, opere, sicurezza e contratto, i lavori hanno già superato il milione e mezzo di euro. Una cifra spaventosamente alta per la “riqualificazione” di una pineta, che stava obiettivamente molto meglio prima.

Lavori che, peraltro, prevedevano una durata di 180 giorni (il fine lavori era previsto per agosto 2022). Infatti, erano partiti il primo marzo dello scorso anno, sono proseguiti nei giorni successivi anche all’alba, hanno assunto un ritmo vertiginoso durante la campagna elettorale e poi si sono fermati all’improvviso. Così, senza spiegazioni.

Angelo Papio

Consigliere comunale – Manisporche

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati